Gli occhi dei bambini necessitano di maggiore protezione rispetto a quelli degli adulti, soprattutto quando ci si espone al sole.

 


Infatti, diversamente dalla pelle, gli occhi non sviluppano tolleranza ai raggi UV, ma, al contrario, diventano più sensibili dopo ogni esposizione. In particolare, gli occhi dei bambini fino ai 7-8 anni di età sono in via di formazione e le varie strutture oculari come cornea e cristallino sono in fase di sviluppo e, di conseguenza, più vulnerabili ai raggi solari.

La raccomandazione principale, per tutti i bambini fino ai 18 mesi, è quella di utilizzare un cappellino con la visiera larga che protegga anche gli occhietti, mentre, dai 2 anni in su la protezione è offerta anche da un buon paio di occhiali da sole.


Tutto ciò vale anche se il bambino è sotto l’ombrellone perché i raggi UV, anche se indirettamente, si riflettono sulla sabbia! Fate attenzione, quindi, e prediligete le ore del mattino fino a mezzogiorno per portare i bambini in spiaggia e quelle del tardo pomeriggio, dopo le quattro.


 

 

 

Infine, per alleviare i possibili fastidi dovuti alla sabbia che accidentalmente finisce negli occhi dei vostri figli, potete ricorrere alle gocce oculari a base di acqua di mare, isotonica e sterile. Queste, sicuramente, garantiranno un’ulteriore protezione da sole e salsedine, migliorando l’equilibrio del film lacrimale.